Michela e Valentina, punti di forza per far crescere Polo Progetti

Michela Mancini e Valentina Simona Corigliano sono le prime dipendenti in forza a Polo Progetti.  Le loro professionalità sono fondamentali per assicurare un supporto continuativo agli studi che fanno parte della nostra società di ingegneria. Grazie anche al loro contributo Polo Progetti potrà così crescere, ampliando le proprie attività.

Michela è stata la prima dipendente assunta da Polo Progetti, nel febbraio del 2017. Originaria della provincia di Frosinone vive a Bologna da diversi anni, dove ha studiato e si è laureata al DAMS. “La mia formazione lavorativa ha sempre riguardato l’amministrazione e la parte gestionale. Anche in Polo Progetti il mio lavoro si concentra su questi aspetti – racconta -. In precedenza ho collaborato con realtà molto diverse, trascorrendo alcuni anni in aziende multinazionali. Esperienze che mi sono servite per il mio compito qui in Polo Progetti. Mi occupo di tutte le operazioni finanziarie e amministrative che derivano dalle piccole e grandi commesse della società. Inoltre curo anche la gestione dell’immobile di via San Donato in cui abbiamo la sede; oltre gli studi associati sono presenti anche altri studi che si rivolgono a Polo Progetti per le questioni logistiche-gestionali”.

Valentina Simona lavora a tempo pieno in Polo Progetti dall’ottobre 2018. Milanese, si è laureata in Ingegneria edile-architettura a Bologna nel 2017 e ha ottenuto l’abilitazione all’esercizio della professione nel 2018. “Questa è la mia prima esperienza lavorativa – spiega -. È un’occasione molto importante perché posso mettere a frutto le competenze acquisite durante il mio percorso accademico e allo stesso tempo posso seguire e comprendere gli ambiti più generali di gestione di una società di ingegneria come la nostra. Mi occupo di progettazione architettonica espletata in modalità BIM, che è la modalità in cui si realizzano la gran parte dei progetti di Polo Progetti. Oltre a questo sono coordinatrice dell’Ufficio Gare, quindi curo e gestisco la partecipazione alle gare d’appalto. Infine è in capo a me il coordinamento dei soci, significa cioè che tengo i contatti tra i vari studi che collaborano su un progetto o che partecipano insieme a un bando e ne organizzo il lavoro”.