Polo Progetti, uniti siamo più forti: i nuovi soci si raccontano

unione cooperazione

Nell’ultimo anno sono entrati nella nostra società di ingegneria nuovi professionisti e nuove aziende che svolgono servizi specialistici in grado di far crescere le competenze di Polo Progetti.

Tra questi l’ingegner Marco Pirli, libero professionista che da tempo ha lo studio nella sede di Polo Progetti, in via San Donato 85 a Bologna, e che un anno fa ha deciso di far parte della compagine societaria. “La conoscenza con Marco Guidotti, presidente di Polo Progetti, risale ai tempi dell’Università – racconta Pirli -. Ho trovato molto interessante l’opportunità che offre Polo di potersi confrontare con tecnici che fanno professioni limitrofe alla mia, in modo da poter essere loro complementare o trovare supporto in caso di necessità su alcune mie commesse. Apprezzo davvero il fatto che si uniscano e implementino le forze all’interno della società. Io sono ingegnere strutturista, avendo competenze utili per le valutazioni  propedeutiche all’ottenimento del sisma bonus posso dare ora il mio apporto in questo settore che è sempre più importante per Polo Progetti. Molti professionisti di Polo sono infatti ora coinvolti nei progetti relativi ai superbonus per le riqualificazioni edilizie: si tratta di lavori che hanno aspetti complessi e articolati sotto tutti i punti di vista e quindi è fondamentale collaborare in team come stiamo facendo”.

Altro libero professionista entrato nella squadra è l’ingegner Riccardo Ragni, specializzato in acustica e RSPP. “Da Polo Progetti venivo contattato per specifiche consulenze e progetti, quando erano necessarie le mie competenze. Poi sono stato invitato a fare parte dei soci e ho trovato subito molti vantaggi in questo nuovo ruolo – spiega Ragni -. Ad esempio non ero iscritto al Mepa (il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione, ndr) e quindi restavo fuori da molte gare importanti. Ora questi aspetti burocratici vengono gestiti da Polo Progetti e non devo più rinunciare a degli incarichi: per me questo è un enorme vantaggio.  La parte acustica dei progetti è spesso marginale ma diviene molto importante quando viene esplicitamente richiesta in un progetto, come ad esempio in quello per l’ampliamento, con nuove aule, della Facoltà di Medicina all’Università di Ancona o quello per il restauro dell’ex convento dei Teatini a Ferrara. In Polo Progetti un altro elemento molto positivo è poter conoscere altri bravi professionisti con cui collaborare o a cui portare lavori a cui da solo non avrei potuto partecipare. Un esempio è il progetto per l’azienda Ghimas, di cui sono responsabile RSPP ma che necessitava di un intervento al di fuori delle mie competenze: ho presentato a questo cliente  il team di Polo Progetti, la commessa è stata affidata e io mi sono occupato poi della parte acustica del progetto”.

Anche BIM lab srl, società veronese fondata nel 2017 dagli architetti Michele Cicala e Davide Turina, era  inizialmente fornitrice di servizi per Polo Progetti. “Poi ci abbiamo ragionato un po’ su e abbiamo ritenuto fosse opportuno diventare soci di Polo Progetti – afferma l’architetto Turina -, proprio perché il nostro servizio, il rilievo e la restituzione BIM (la digitalizzazione architettonica, ndr), non era presente tra quelli offerti dalla società di ingegneria. Il nostro è un servizio a supporto della progettazione e si rivela molto utile per numerose figure di professionisti all’interno di Polo Progetti. Siamo diventati soci da un anno e abbiamo iniziato la collaborazione vincendo una importante gara d’appalto bandita dall’Agenzia del Demanio per il Palazzo di Giustizia di Milano. Abbiamo già effettuato i rilievi laser ed entro fine anno completeremo la fase di restituzione dei dati raccolti, che serviranno poi per la progettazione”. Oltre ai due soci BIM lab può contare su una decina di collaboratori. In pochi anni di attività la società ha già partecipato a progetti importanti in Veneto e ora, con Polo Progetti, sta ampliando sempre più il proprio raggio d’azione.

Lo studio “Sapere Tecnico”, di cui sono soci l’ingegner Pierpaolo Freo e l’architetto Francesca Landi, si occupa di progettazioni generali e architettoniche con due specializzazioni di eccellenza: gli edifici NZEB (Near Zero Energy Building, cioè a bassissimi consumi energetici) e le opere di urbanizzazione accessorie agli interventi edilizi.  “Diventare soci di Polo Progetti per noi significa poter partecipare a un network di dimensioni più ampie in cui condividere i nostri 20 anni di esperienza e competenza nei cantieri di edilizia civile e residenziale e nelle piccole infrastrutture, come ad esempio rotatorie, piste ciclabili, ecc…- spiega Pierpaolo Freo -. A Bologna, nella Zona San Ruffillo, nel 2018 abbiamo progettato il primo grande edificio in legno della città con doppia certificazione dell’Agenzia CasaClima e di ARCA – Architettura Comfort  Ambiente. Si tratta di un condominio passivo, senza riscaldamento convenzionale. Insieme alla nostra collaboratrice, l’ingegner Alessia Quirini, ho frequentato un corso di formazione di tre anni e siamo ora professionisti certificati ARCA”. Sapere Tecnico, che condivide la sede con Polo Progetti, da qualche mese è entrato nella società: “Ora possiamo dedicarci a progetti comuni, il nostro non è più un semplice affiancamento”.