Il team di modellazione Polo Progetti per il Palazzo di Giustizia di Milano

palazzo giustizia milano

Procedono le attività presso il Palazzo di Giustizia di Milano. Dopo aver concluso il rilievo architettonico, strutturale e impiantistico eseguito con tecnologia laser scanner, il team di Polo Progetti si appresta ora ad ultimare la realizzazione del modello digitale in modalità BIM su piattaforma Autodesk.

L’attività rientra nel vasto programma di digitalizzazione del patrimonio immobiliare pubblico in dotazione all’Agenzia del Demanio e prevede, oltre al rilievo, anche la verifica di vulnerabilità sismica, la diagnosi energetica e la progettazione di fattibilità tecnico-economica, il tutto da  restituire in modalità BIM. Polo Progetti è coinvolta nell’iniziativa insieme ai partner Studio Speri Società di Ingegneria Srl; 3TI Progetti Italia – Ingegneria Integrata Spa; Paolo Rocchi Architetto srl; Ingegner Catasti e Partner.

Data l’estensione e la complessità dell’immobile – si  tratta di un edificio storico sottoposto a vincolo ex D.Lgs. 42/2006 con una superficie totale di circa 160.000 mq – il focus del team di modellazione è stato l’implementazione di un flusso di lavoro efficiente in grado di permettere la collaborazione dei diversi soggetti coinvolti e l’integrazione delle tre principali discipline in cui è stato suddiviso il modello: architettonico, strutturale e impiantistico.

L’ufficio tecnico interno a Polo Progetti si è occupato del Project Management della commessa attraverso il  monitoraggio dei processi, la verifica delle tempistiche e il coordinamento interno delle attività svolte.

Per l’attività di Project Management Polo Progetti si avvale ormai da tempo di Wrike, piattaforma gestionale che si è rivelata un prezioso alleato per affrontare la complessità intrinseca in un  progetto di tali dimensioni.

In questo contesto la sfida più grande è stata il coordinamento delle attività svolte contemporaneamente sui diversi modelli e la gestione quasi contestuale della federazione dei dati per raggiungere gli obiettivi prefissati dal cliente.  

A tale scopo, nella fase preliminare è stata costruita una WBS (Work Breakdown Structure) di progetto – riferita alla modellazione dell’intero immobile – ed è stato condiviso il BEP (Building Execution Plan), il documento che identifica gli obiettivi del progetto ed esplicita i processi necessari all’ottenimento dei risultati attesi.

La modellazione è stata sviluppata interamente all’interno di Polo Progetti attraverso il coinvolgimento di Gruppo Eden, BIM Lab srl,  il geometra Simone Sandrini e baustudio srl per la modellazione architettonica e strutturale e MEP studio per la modellazione impiantistica.

Gestione, coordinamento e verifica dei modelli BIM sono stata svolte dall’ing. Davide Turina (Bim Manager – BIM Lab srl) con revisioni settimanali effettuate sul modello federato attraverso l’impiego del software Autodesk Navisworks.

Si tratta senza dubbio del progetto BIM più ambizioso e impegnativo a cui la nostra società si sia dedicata, questo ci ha permesso di evolvere costruendo una competenza specifica nel settore BIM e migliorando l’efficienza dei processi gestionali interni. Il know-how acquisito sarà sicuramente un importante tesoro che metteremo a frutto nelle future commesse in ambito pubblico e privato.